giovani_slider

I Giovani

Perché a me piace stare con i giovani? Papa Francesco si è risposto: «Perché voi avete dentro il vostro cuore una promessa di speranza. Voi siete portatori di speranza. Voi, è vero, vivete nel presente, ma, guardando il futuro… voi siete artefici di futuro, artigiani di futuro».

La pastorale giovanile in parrocchia vive di questa certezza: i tre gruppi – Agesci, Meg e Uno – e l’oratorio offrono a ragazzi e ragazze dai 9 ai 19 anni attività ricreative e formative per accompagnarli nel loro cammino di crescita.

L’Agesci (Associazione Scout e Guide Cattolici Italiani) propone un percorso educativo in tre branche di età – da 8 a 11, Branco Kanhiwara e Branco Waingunga, da 12 a 16, Reparto Quercia Solitaria e Reparto Rosa del Deserto, da 17 a 20, Clan/Fuoco Rigel-Vega e Eigerwolves – basato sul metodo inventato da Robert Baden Powell: l’attività all’aria aperta, graduale assunzione di responsabilità condivisa con la comunità, formazione del carattere e scoperta della fede.

Il Meg (Movimento Eucaristico Giovanile) propone – in quattro branche di età dagli 8 ai 20 anni – un cammino di fede centrato sull’Eucarestia per costruirsi una vita libera dalle paure e vissuta in pienezza per inseririrsi in modo fecondo nella comunità ecclesiale.

Il Gruppo Uno è un gruppo parrocchiale e accoglie ragazzi e ragazze dai dieci ai diciotto anni. Uno perché “l’unità” è l’obiettivo fondamentale, «perché tutti siano una sola cosa (Gv. 17), formando dei cristiani in grado di assumersi un impegno (“ministero”) nella Chiesa.

L’oratorio Gesù Nazareno è uno spazio per stare insieme, giocare, fare nuove amicizie e divertirsi, e per incontrare Gesù. Accoglie bambine, bambini, ragazzi, ragazze e le loro famiglie. Oltre alle attività durante l’anno l’Oratorio organizza e gestisce l’Estate ragazzi e attività sportive.

Le iscrizioni ai gruppi avvengono tra settembre e ottobre.